SANTA GIUSEPPINA BAKITA

Nata circa 1869 ad Olgossa, Darfur, Sudan
Morta 8 Febbraio 1947, Italia
Anno della beatificazione 1992 (17 Maggio) 
Anno della Canonizzazione 2000 (1 Ottobre) 

Data della Festa 8 Febbraio 

St. Giuseppina Bakhita, più conosciuta come “mamma Moretta” portò per tutta la sua vita 144 cicatrici, che le avevano fatto dopo essere stata rapita e fatta schiava quando aveva circa nove anni.


Continua a leggere

Cari fratelli e sorelle,
oggi, 8 febbraio, memoria liturgica di santa Giuseppina Bakhita, la Suora sudanese che da bambina fece la drammatica esperienza di essere vittima della tratta, le Unioni delle Superiore e dei Superiori Generali degli Istituti religiosi hanno promosso la Giornata di preghiera e riflessione contro la tratta di persone. Incoraggio quanti sono impegnati ad aiutare uomini, donne e bambini schiavizzati, sfruttati, abusati come strumenti di lavoro o di piacere e spesso torturati e mutilati. Auspico che quanti hanno responsabilità di governo si adoperino con decisione a rimuovere le cause di questa vergognosa piaga, una piaga indegna di una società civile. Ognuno di noi si senta impegnato ad essere voce di questi nostri fratelli e sorelle, umiliati nella loro dignità. Preghiamo tutti insieme ...

(Papa Francesco: Angelus 8 Febbraio 2015) 



SCARICA LA PREGHIERA
CONTRO LA TRATTA

Documenti Archivio

PDF
Vigil
of Prayer
Scarica
PDF
Veglia di Preghiera
Scarica
PDF
Vigilia de Oración
Scarica
PDF
Veillée de Prière
Scarica
PDF
Vigília de Oração
Scarica
PDF
Racconti di bambine e bambini sopravvissuti alla tratta.
Scarica
PDF
Poster: create you event
Scarica
PDF
Poster: crea il tuo evento
Scarica
PDF
Poster: crea tu evento
Scarica
PDF
Poster pour ton événement
Scarica
PDF
Poster: crea tu evento PORT
Scarica
PDF
Press Conference Carmen Sammut
Scarica
PDF
Eventi a Roma, febbraio 2017
Scarica
PDF
Gabriella Bottani
Scarica
DOCX
Prefazione Anna Pozzi
Scarica
PDF
Talk Irina Todorova IOM
Scarica
PDF
Relazione di Sr. Gabriella Bottani
Scarica
PDF
Selfie contro la Tratta di Persone
Scarica
PDF
Evento a Roma - Veglia di Preghiera
Scarica
PDF
Press release January 2017
Scarica
PDF
Comunicato stampa gennaio 2017
Scarica

News Archivio

10/02/2017

Tutte le foto degli Eventi 2017 a Roma. Clicca qui

08/02/2017

Udienza Generale con Papa Francesco. Leggi tutto

08/02/2017
Prefazione di Anna Pozzi per l'opuscolo dei Racconti di vittime di tratta "Sono bambini! Non schiavi!" (download l'opuscolo). Leggi
 

Events 2017 Archivio

04/02

Roma, Veglia di preghiera contro la tratta di bambini e adolescenti. Leggi

03/02

Roma, Proiezione del Film Talking to the Trees (English with Italian subtitles - Inglese con sottotitoli in italiano) di Ilaria Borrelli, Guido Freddi. Alle 20,30, presso la Casa del Cinema (Sala Delux - Largo Marcello Mastroianni. L'evento è realizzato dal Comitato Promotore della Giornata in collaborazione con SIGNIS, Black Italians - Roma. Leggi 

03/02

Roma, Seminario di studi "Sono Bambini! Non Schiavi: Voci di donne sulla Tratta di bambine, bambini e adolescenti" Programma

01/02

Conferenza stampa per la Presentazione degli Eventi a Roma della prossima settimana: Sala Stampa Estera, ore 11.

Testimonianze Archivio

Joyce - nome di fantasia - era una ragazza di 16 anni proveniente da un villaggio della Nigeria. Era orfana di padre e di madre. Sua nonna si prendeva cura di lei, aveva un piccolo negozio e aveva difficoltà per mandarla a scuola. Joyce non andò molto tempo a scuola, solo fino alla fine della scuola primaria, ha poi fatto i lavori di casa e ha aiutato la nonna nella suo piccolo negozio. Un giorno si avvicinò una signora che le ha promesso un posto di lavoro in un ristorante in Burkina Faso, dove Joyce avrebbe potuto lavorare. Con il lavoro Joyce avrebbe aiutato la nonna e prendersi cura di lei. Decise quindi di imbarcarsi in questa avventura senza informare la nonna, perché era certa che lei non le avrebbe dato il permesso. Dopo un viaggio pericoloso e senza documenti, Joyce è arrivata in Burkina Faso. La signora l’ha messa in una casa con altre ragazze e, dopo una notte per riposarsi dal viaggio, le ha dato un abito stravagante, le ha chiesto di seguirla sul marciapiede per la prostituzione. ...


Continua a leggere

Radio Spot in English

Lalani e il suo sogno di laurearsi! Lalani è una ragazza di 16 anni che frequentava il liceo a Melbourne. I suoi genitori la portarono all'estero per una vacanza nel loro paese di origine. Quando sono arrivati Lalani ha scoperto che i preparativi per il suo matrimonio erano a buon punto. Lei non avrebbe voluto, ma si rese conto che non aveva altra scelta, se non accettare. I genitori di Lalani tornarono in Australia con il suo passaporto. Attraverso Facebook, i compagni di scuola di Lalani in Australia l’hanno informata del sito “My Blue Sky” e che il matrimonio forzato è una pratica simile alla schiavitù simile e che è illegale in Australia. Lalani è riuscita a rivecere aiuto dal sito My Blue Sky. L’hanno aiutata ad ottenere nuovi documenti di viaggio australiani e un biglietto aereo per ritornare in Australia. Lalani non tornò a vivere con la sua famiglia. Lalani è stata accolta in una ONG e quando ha espresso ad una assistente sociale il suo desiderio di voler ristabilire il contatto con alcuni membri della sua famiglia, le ...


Continua a leggere

Spot Radio in Italiano

Spot de Radio en Español

UNA STORIA LITUANA Ad Aina, una ragazza quindicenne di Kaunas - Lituania, un amico della madre offrì la possibilità di studiare in Germania. Le aveva detto che se non avesse avuto i soldi, poteva guadagnarli lavorando come lavapiatti. La mamma di Aina è una ragazza madre. La mamma, donna prudente, non voleva che la figlia di viaggiasse da sola, e così l'amico la convinse ad andare con loro. L'uomo le condusse in Germania, dove consegnò la madre ad un altro uomo, mentre lui proseguiva con Aina in Spagna, dove l'attendeva lo sfruttamento sessuale ...... Aina sta cercando di ricostruire la sua vita e di dimenticare quanto ha sofferto. Dovrebbe lavorare la prevenzione alla tratta di persone nelle scuole, come tema obbligatorio. Nessun ragazzo o ragazza sogna di essere sfruttato sessualmente o nel lavoro. Per contrastare la tratta bisognerebbe, inoltre, che i paesi adottino misure preventive per offrire ai giovani alternative di lavoro e percorsi sicuri a chi cerca lavoro fuori dal proprio paese. Storia inviata da: Socialinė konsultantė LIthuania


Continua a leggere

Galleria

Talitha Kum


Piazza di ponte sant’angelo, 28
00185 Roma
+ 39 06684002.35

preghieracontrotratta@gmail.com


Promotori:
Unione internazionale delle Superiore Generali (UISG)

www.uisg.org
Unione Superiori Generali (USG)
www.vidimusdominum.org

Partners

Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica

Sezione Migranti & Rifugiati
Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale

Pontificia Accademia delle Scienze


Caritas Internationalis

Unione Mondiale delle Unioni Femminili Cattoliche

Anti-Trafficking Working Group


Se usi questo sito web, accetti il modo in cui usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza.
Accept

}